Onda su onda

onda su onda siamo già alla terza e di nuovo è zona rossa

La parola di oggi è “sconforto” e non è solo la nostra. Che senso ha progettare attività future quando l’incertezza regna sovrana?

Ondivaghi come non mai ci affidiamo a noi stessi e lanciamo un luogo comune on line

A Braccio – chiacchiere e digestivo

il lunedì e il mercoledì dalle 18:00 alle 19:30, apriremo il nostro salotto virtuale su zoom. Un luogo comune in cui abbracciarsi andando a braccio e senza filtro. A facilitare l’incontro, alcuni di noi che provvederanno a fornire spunti per digerire quel che accade e a creare privèe per coloro che desiderano chiacchiere più confidenziali.

Per partecipare e ricevere il link inviare mail a zoeteatri@gmail.com o sms a n 3311228889

 

vai all’evento facebook

 


One thought on “Onda su onda

  1. emilioperinetti Rispondi

    L’ha ripubblicato su Bologna Città di Transizione.

Rispondi a emilioperinetti Annulla risposta