Nel Labirinto della Dea – il L.A.R.P.

Nel labirinto della Dea, un L.a.r.p per ridefinire i ruoli.
sabato 14 ottobre h 10:00  : “NEL LABIRINTO DELLA DEA” un L.a.r.p, gioco di ruolo dal vivo scritto da Paolo Busi e Mavi Gianni, a cura di Zoè Teatri APS.

Il L.A.R.P. ,gioco di ruolo dal vivo, si svolgerà al Cnetro Civico Borgatti, via Marco Polo 51   Durata circa 2 h.
gratuito con prenotazione obbligatoria (max 16 partecipanti) con mail a info@zoeteatri.it o con whatsapp al n 3311228889

Perché nel labirinto della Dea? more “Nel Labirinto della Dea – il L.A.R.P.”

Una foresta da favola

Rassegna Eco – Fili di parole.
Diciottesimo viaggio fra lettori
A cura della Zona bibliotecaria dell’Associazione intercomunale Terred’acqua
UNA FORESTA DA FAVOLA
Gioco di Ruolo dal vivo in NATURA con Zoè Teatri.
sabato 4 Novembre 2023 dalle 9 alle 12.30 con pausa merenda al sacco
Si parte dal giardino della biblioteca comunale Piazza Giovanni XXIII, 2  Anzola dell’Emilia
La partecipazione è gratuita; l’evento è aperto a un numero max di 15 bambini dagli 8 agli 11 anni
Per l’iscrizione fino a esaurimento posti i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca. Per info cultura@comune.anzoladellemilia.bo.it
“La maggior parte della foresta vive all’ombra di giganti che costituiscono la canopia più alta. Questi sono gli alberi più vecchi, con centinaia di figli e migliaia di nipoti. Comunicano con i loro vicini, condividono il cibo, le scorte e la saggezza guadagnata nelle loro lunghe vite. Fanno tutto questo attaccati al terreno, senza parlare, dialogare o muoversi. Cosa potrebbero raccontarci se riuscissimo a dialogare con loro? Durante questo laboratorio, le bambine e i bambini diventeranno una parte del complesso sistema Foresta e interpreteranno i vari ruoli improvvisando e costruendo un immaginario di gioco che possa rendere concreta la possibilità di “cambiare le cose” anche con minuscoli compiti quotidiani.”
A partire dalla lettura di alcuni brani significativi, tratti da Il Barone Rampante di Calvino, L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono, e altri libri collegati al tema della foresta e degli alberi si traccerà un percorso itinerante, in 4 tappe, una delle quali sarà per consumare la merenda al sacco (a carico dei partecipanti).
Con la guida attiva di due “teacher in role”, i bambini saranno coinvolti in un’avventura in outdoor per creare UNA FORESTA DA FAVOLA.  Insieme si costruirà il materiale di gioco,  scovandolo in natura. Con quello avremo corone e maschere infinite a disposizione per ri-definire ciascuno il proprio ruolo in quel sistema complesso ad alta tecnologia che è la foresta.

Nel Labirinto della Dea – un L.a.r.p di Zoè Teatri

Nel labirinto della Dea, un L.a.r.p per ridefinire i ruoli.

  • domenica 16 ottobre h 15 :  “NEL LABIRINTO DELLA DEA” un L.a.r.p, gioco di ruolo dal vivo scritto da Paolo Busi e Mavi Gianni,  a cura di Zoè Teatri APS.  Partiamo da piazza Santo Stefano per attraversare insieme il dedalo di strade del Quartiere. Durata circa 3 h.
  • gratuito con prenotazione obbligatoria (max 12 partecipanti) con mail a info@zoeteatri.it o con whatsapp al n 3311228889
  • con il contributo del Comune di Bologna Quartiere Santo Stefano, nell’ambito del progetto DEstate l’arte
  • Perché nel labirinto della Dea? Il gioco è pensato come un viaggio di trasformazione e cambiamento, fatto di prove da affrontare e di scelte da fare. Le storie, i personaggi e il mondo che attraversano son frutto di un laboratorio di women empowerment ma il gioco non ha alcuna distinzione di genere.  Gli autori Paolo Busi e Mavi Gianni saranno anche i master che guideranno i player attraverso i vari step del gioco.

  • Come mai la Grande Dea? 

    Protagoniste del gioco sono sette sciamane che hanno perso il loro potere  il giorno in cui hanno dimenticato il nome con cui invocavano la Grande Dea. Durante il percorso, attraverso quattro tappe, si conosceranno e riconosceranno fino a prendere consapevolezza del proprio ruolo, ricordando infine il nome della Dea ma ritrovandosi di fronte ad una scelta importante da fare.

  • Ma cos’è un Larp?

    LARP sta per Live Action Role Play (Gioco di Ruolo Dal Vivo). Ogni partecipante interpreta il ruolo di un personaggio in un mondo o situazione immaginaria. Le azioni non sono solo descritte ma devono essere rappresentate fisicamente. Ogni azione e conseguente reazione, quando questo è possibile, viene rappresentata realisticamente, oppure mimata o semplicemente raccontata qualora si tratti di eventi eccezionali, non rappresentabili o imprevisti. Il gioco di ruolo dal vivo condivide molte caratteristiche con la recitazione teatrale, ma non si svolge davanti a un pubblico. Diciamo che lo si può paragonare ad una “improvvisazione ludica” ad uso e consumo dei soli partecipanti. 

Nel labirinto della Dea è un EDU-LARP, output di ”   Women Empowerment”  progetto europeo finanziato da Erasmus+

Il report qui