Cene con delitto – prossimi appuntamenti

Le nostre cene con delitto sono veri e propri gialli teatrali interattivi. Tra una portata e l’altra i commensali si trasformeranno in perfetti investigatori e potranno interrogare insoliti sospetti a caccia di inaspettati indizi.Il premio per chi risolve il caso è la partecipazione ad uno dei nostri gialli come “testimone informato dei fatti”.4

La prenotazione è obbligatoria al n 3311228889 o con mail a info@zoeteatri.it .

Dove si svolgono :

  • venerdì 4  e 18 novembre al Circolo Mazzini,via Emilia Levante 6, Bologna. Inizio h 20:30. Serviamo i nostri delitti con un menu a base di crescentine intriganti e dessert risolutivo . Acqua e un calice di vino inclusi. Per i bambini under 12 anni (minimo 8) il costo è di 25,00 €
  • venerdì 11 novembre al Pizzsushi,via Don Sturzo 33 ,Bologna. Inizio h 20:00. Il delitto è servito con un menu a scelta tra pizza e sushi (all’atto della prenotazione indicate quale volete). Acqua e un calice di vino inclusi.

Una cena è troppo? Provate il brivido caldo del nostro tè con delitto :

  • domenica 20 novembre alle h 17:00 al Circolo il Fossolo, v.le Felsina 52, Bologna serviamo il delitto con tè, torta e biscotti. Costo : 15,00 €

Pronti a risolvere il prossimo caso? more “Cene con delitto – prossimi appuntamenti”

Stazioni di Memoria – il 7° sigillo

Se è inevitabile che una Comunità cambi è necessario che sappia cosa lascia e cosa perde.
Non si tratta di dare lezioni o fare storia, ma di raccontare storie, dando voce a chi parla piano.Occorre cercare tracce perdute o anche solo dimenticate, per riscoprire da dove
veniamo e dove stiamo andando.Occorre frugare tra segni e ricordi per renderli vivi e disponibili, consultabili, condivisibili.

  • lunedì 7 novembre
  • mercoledì 23 novembre

Stazioni di Memoria – urban trekking teatrale

a cura di Zoè Teatri con il contributo del Quartiere Navile e di Anpi sezione Lame

Per il settimo anno, proponiamo alle classi terze della Scuola media Salvo D’Acquisto questo percorso interattivo tra le strade delle Lame.

I nostri attori inciamperanno nelle lapidi dei caduti della Resistenza, laddove per Resistenza si intende anche quella di chi è morto durante il ventennio fascista.

Il Beato Convivio – cena con diletto

Zoè Teatri vi invita ad una cena di autofinanziamento per le Cucine Popolari.

Il Beato Convivio – cena con  diletto per servire sapori,storie e ricette della tradizione di Ognissanti.

Lunedì 31 ottobre,h 20:00 – in via del Battiferro 2 – Bologna,

Costo : 15 €  per gli adulti  (vino a parte) – 10 € per bambini – escluso vino e bevande – vino Trebbiano o Sangiovese servito in caraffa 1/2 litro 2.5 € o 1 litro 5 €.

MENU: OUVERTURE :  Quadretto di torta salata alle verdure di stagione | ATTO PRIMO: IL PIATTO DEL BUON RICORDO : Risotto alla zucca con salsiccia per gli amanti del “Divin porcello”  oppure per i puristi Risotto di zucca  senza la salsiccia | ATTO SECONDO : LA GODURIOSA : Scaloppine di tacchino con cipolle e mele | IL GRAN FINALE: Castagnaccio con panna montata.

prenotazione obbligatoria (posti limitati):

MODULO GOOGLE    – SMS O WHATSAPP AL N 3357456877 –

Non è una cena e non è uno spettacolo teatrale, né una semplice unione delle due cose messe insieme. É Teatro Conviviale che mettiamo in sCena con le persone che hanno partecipato al laboratorio Dulcis in Fundo, condotto da Mavi Gianni nell’ambito del progetto Casa di Rubik 

Secondo alcune tradizioni, gli attori sono “servi” e così devono comportarsi. Ciò che devono servire, o meglio portare in scena, è una storia da raccontare, un carattere da incarnare, un oggetto da animare, quel che si vuole celebrare. Ironia, nostalgia, emozioni, parole, suoni,profumi e ricette sono gli ingredienti che danno sapore alla vita e, sapendoli dosare, si può cucinare uno spettacolo divertente e originale servito con una cena adatta all’occasione. La sensazione per gli spettatori-commensali sarà quella di essere coinvolti e accolti. La distanza tra loro e chi è in scena è immediatamente annullata dal fatto stesso di essere seduti alla stessa tavola, condividendo il cibo e le emozioni che ne risultano.Tra una portata e l’altra si ascolteranno ricette e canzoni, si gusteranno cibi e scene teatrali, si vedranno gli attori creare all’impronta, grazie ai suggerimenti del pubblico, scene inerenti al tema della serata. Alla fine applausi per tutti, soprattutto alla brigata cuciniera.

A b